Le mille vite di Philips

Scritto da Marco Pollini il . Postato in Novità

philips-milano-installazion

Se dico Philips, a cosa pensi? Dai tv a cuffie e cellulari, l’azienda olandese nata nel 1891 da Gerard e Frederik Philips fa un po’ di tutto. Da qualche tempo è stata spacchettata in diverse aziende, ognuna dedicata a una delle sue numerose divisioni. In mano alla casa madre è rimasto solo il settore dedicato al benessere e gli elettrodomestici, visto che anche il lighting, quello dedicato all’illuminazione, è diventato un’azienda separata.

In questo marasma di marchi emerge Gibson Innovations, nuovo nome di quella che era Woox Innovation. Azienda di proprietà del celebre marchio statunitense di chitarre, Gibson Innovations si occupa del comparto audio di Philips dedicato al mercato consumer. Difficilmente vedremo il suo logo sui prodotti destinati al mercato, ma è Gibson Innovations la testa dietro a tanti loghi che incontriamo quotidianamente. Vediamo quindi di fare ordine.

Sotto il cappello dell’azienda cade prima di tutto Philips. In questo caso c’è un accordo di licenza per realizzare prodotti consumer del settore audio-video come cuffie, speaker e home cinema.

A latere troviamo anche Philips Fidelio, il logo che contraddistingue i prodotti audio di fascia alta. Meno noto è GoGear, il marchio giovane ed economico che realizza auricolari e speaker Bluetooth contraddistinte da un buon rapporto qualità/prezzo. La gamma GoGear include cuffie in-ear e speaker Bluetooth.

Chiaramente la casa madre, Gibson, rimane a sé stante e come accade da 120 anni continua a produrre strumenti musicali, anche se l’ipotesi di un’imminente entrata nel mercato delle cuffie è molto chiacchierata, ultimamente.

La madre di alcune delle chitarre più amate di sempre il prossimo anno dovrebbe mettere la proprie firma su cuffie on ear realizzate con materiali di pregio che strizzano l’occhio tanto agli audiofili che agli amanti della tecnologia di lusso. I prezzi saranno sull’ordine delle migliaia di euro. Inutile nascondere la curiosità che nutriamo verso questa nuova impresa e c’è da aspettarsi che, non appena usciranno, le cuffie finiranno nelle nostre mani per un test.

Nel calderone di marchi di Gibson Innovation cade anche la parte consumer di Onkyo, celebre azienda giapponese che produce impianti audio per audiofili. Come per Philips, un accordo in licenza permette a Gibson Innovation di marchiare speaker connessi e cuffie mentre la parte hi-end di Onkyo rimane in mano ai giapponesi.

Da ultimo ecco Trainer by Gibson, neonato marchio che fonde audio di alto livello e fitness. Svelato allo scorso CES, il primo prodotto Trainer è una cuffia ultraleggera creata in collaborazione con il primatista Usain Bolt.

Tante le chicche in queste over ear, a partire dal NightNav, dei LED che permettono di farci vedere al buio mentre corriamo, i cuscinetti che rimangono freschi senza accaldare il padiglione auricolare e i cuscinetti removibili per poter essere lavati.

Mancano quindi solo i televisori che sono tutti in mano a TP Vision, sussidiaria olandese di TPV Technology, azienda con base a Hong Kong che tra i suoi marchi conta anche AOC ed Envision.

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Marco Pollini

Editore e Recensore del sito

Lascia un commento